Skip to main content

Febbre di vita

By Poesia 3 Comments

ritratto serale al neon

Forse sarà la sera

a raccontarmi,

quando, velato il cuore

e morte le parole,

mi troverà già stanca

perfino per dormire.

Traccianti in luce

fredda i miei pensieri,

non morti, ma silenti

i desideri

ed una strana febbre

che non mi fa morire…

Ho sognato Kokoschka

By Poesia 3 Comments

Silvioschka

E poi l’altra notte

il varco si è aperto…

Il campanello suona,

(quel campanello

che nessuno mai trova)

e spalanco il portone.

Fuori, solo la notte,

una notte che trema

e io già lo sento,

fortemente lo abbraccio,

finché si fa osseo

e poi cinto di carne

ed è corpo fuggiasco.

Lo trattengo a me contro,

attraverso la soglia,

lo porto alla luce,

e nell’atrio di casa

alla fine lo incontro.

“È Kokoschka” io grido

“è Kokoschka il pittore!”

Chiudo un attimo un occhio

e vedo un suo rosso,

basta un poco di rosso

ed è squarcio nel cuore.

Ha portato per cena

solo umili cose:

una borsa di pane

e verdure in stagione.

Gli osservo i capelli,

sagomati nel nero,

la sua faccia allungata,

e lo sguardo, tagliente,

che seziona la massa

di materie agitate

per dipingermi l’anima

come sempre sa fare,

generoso di linfa.

e di mota e di sangue,

impurità inconfessata

del più puro colore…

Esercizio di insonnia

By Poesia 6 Comments

insonnia firmato

Luce accesa

Mi duole il cuore,

mano aperta sul petto

per dimostrare.

Un solo occhio aperto

mi guardi dubbioso,

ciclope irritante.

Dormire, dormire!

Luce spenta

Cataratte di ragnatele

ricoprono i vasti

soffitti della stanza

(quattro metri per quattro)

luce che filtra,

persiana bilenca,

occhi stanchi.

Ovunque pendono

funamboliche funi

e drappi di insonnia

per farmi scendere

da quest’ora infame

(le tre meno un quarto)

al non tempo del sonno,

ma adesso non posso.

Vorrei amarti ancóra,

ancorarmi alla boa

del tuo abbraccio possente.

Ma la tua schiena

mi sdraia contro

un silenzio indifferente.

Il tuo respiro parlato,

molto meno di un ronfo

e poco più di un sospiro,

si lega al mio fiato

così intimamente.

Catturo il tuo braccio inerte

e me lo drappeggio intorno

ancorandomi ancóra a te,

solo io consenziente.

Così non posso fuggire,

perché, se a volte il troppo

non sembra abbastanza,

certe notti ti accorgi

che il poco basta e avanza.

Luce naturale dell’alba


 

 

 

 

 

 

Le piccole fate

By Poesia 7 Comments

abeti degli auguri

Aggrappate alle fronde

del mio abete invernale

con le unghie dorate

speranze, come piccole fate,

si dondolano sognando,

di luce accendendo

ciò che forse accadrà.

 

 

 

 

 

 

 

 

La luce azzurra di San Gimignano

By Poesia 3 Comments

 

piazzadellacisternasolefirmata

Stamattina c’è una luce azzurrina

che gioca coi raggi di sole

e incorona le pietre di strada,

le torri, la gente, le case.

Somiglia alla luce dei sogni

dove, destrutturando  gli anni,

sfilaccio parti di me dal passato

per crearmi creatura fatata.

Sto per amare e con voce da elfo

ne canto l’incanto. Non odi?

Fosti tu il ragazzo al mio fianco…

Il lampadario

By Poesia 4 Comments

quasi luna

Quasi una luna

sorge allo sguardo

in camer mia

e lacrime stelle,

intorno a corona.

La luce accesa

pende a calmare

da un pianto di paura

l’anima sdraiata

sul materasso vuoto

dei sogni infranti

che batte i denti

cristallini  e tremando

contempla il domani,

nel vacuo universo

del muro scuro.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Piccolo sole

By Poesia One Comment

piccolo sole

Cerchi il segreto?

Figlio, è dentro di te…

Piccolo sole è il tuo nome

da indiano. Per quella luce

che ti splendeva dentro,

fin dal primo respiro.

Io ti ho nominato, ragazzo

e con QUEL nome

alla vita ti ho chiamato.

Non sono i sogni di adesso

By Senza categoria 2 Comments

casa antica a como

Qua in strada piove da molto.

Mi gusto l’inverno da fuori

a immaginare il Natale

stretto nel riquadro di luce

delle finestre incantate

per sospirare in silenzio…

Il calpestio sulla neve degli anni,

la ghirlanda volante dei sogni.

Non sono i sogni di adesso,

è tutta una vita che scorre,

i sorrisi miei di bambina,

mio padre, mia madre,

l’amore,

il ritorno degli angeli.

Portami via

By Poesia No Comments

riflessodiscoidemedusoide

Enigma riflesso,

che guizzi ogni notte

tu, medusoide di luce,

tu vivo che fluttui

da mondi di quanti,

imbarca

sulla curva dell’ala

la mia stanca mente

se sei un disco volante…

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: