Guarda in su

By | Poesia | 2 Comments

Terrazzo illuminato

Ostinatamente

tengo accese le luci

per le ultime ore di festa

nel terrazzo affacciato

sulla notte indifferente

non per me, per chi è solo:

Che passando di qua

senta il cuore più lieve…

Lo scopo

By | Poesia | 7 Comments

Escherando scale

Senza spazio

senza tempo

senza limitazioni

all’assurdità

dell’evento

intrappolata

in queste scale

di Escher

come un criceto

impazzito

salgo scendo…

Sogno in lutto

By | Poesia | 5 Comments

vetrata fantastica bagnata

Stanotte sono stata

a un funerale

in una grande chiesa

dove non volevo andare

con musiche tremende

da strappare il cuore.

E poi ho visto un vecchio

che quasi non stava in piedi

per gli anni ed il dolore

e stringendogli la mano

ho sentito quanto grande

fosse stato quell’amore.

 

Buddha

By | Poesia | 6 Comments

Buddha con phalaenopsis

Fra tre giorni sarà un mese

che abitano con me

due Phalaenopsis.

Portano entrambe

sugli steli scuri

un’agile cascata

di farfalle bianche

incapaci di volare

se non nell’atto

finale del cadere.

Dico loro ad ogni sguardo

che mi fanno contenta

senza gridare profumi,

nel totale silenzio,

imitando di Buddha,

cui porgono omaggio

dal ripiano inferiore

della credenza di legno,

la tensione al Nirvana

che già egli contempla.

L’augure (interrogando il grigio in cerca di auspici)

By | Poesia | 12 Comments

auspici

Affacciata al terrazzo

scruto il grigio omogeneo

senza sbavature di giallo

di un cielo stupefatto

dall’immobilità del vento,

già oppressa dalla notte

che fu avida di me

(mi mangiava, il materasso,

fino a fagocitarmi l’anima.)

Nell’assenza dei segni

(nemmeno un gabbiano

s’invola dai madidi tetti)

galleggio in totale naufragio

sull’ineluttabilità bastarda

del muto mio destino.