Atmosfere particolari

By | Poesia | 8 Comments

Filo di spugne

Per appendere il porta spugne

in bagno, progetti e discussioni.

Intanto la casa nuova cresce,

si abitua ai nostri rumori

profumi e odori e la doccia

rugiadosa calda la sera ci cura

la nuda lenta stanchezza,

poi facciamo insieme il conto

degli scatoloni, che diminuiscono

mentre i mobili si riempiono..

e i cuori, i cuori…battono.

Volcano

By | Poesia | No Comments

Volcano

Quando fa brutto tempo

muto il color grigio pietra,

almeno nella parte di me

che sta molto dentro,

vicino al cuore di lava,

e gemito in rosso esondando.

E siccome non mi è concesso

manifestare la rabbia,

fingo di adattarmi,

irrigidisco la faccia

nel manifesto scontento,

rocciosa creatura di lava

scolpita dall’effusivo tormento.

Impasse

By | Poesia | 6 Comments

PiantoPiangeremo noi domani?

E questa avversa opacità

di nebbia che ci accieca

e ci spinge con la faccia

contro un muro, incapaci

di varcare finalmente

quella porta che si apriva

sul futuro,

sai dirmi se un fendente

di fortuna prima o poi

ce la diraderà

su un cielo più clemente?

Cambiando casa…

By | Messaggio ai lettori | 16 Comments

TRASLOCO.png

 

Cari amici che mi seguite,

sto cambiando casa, anzi è proprio arrivato il tempo del trasloco. Per qualche giorno, sarò parecchio indaffarata e forse un po’ meno presente (ma non assente) qui e sui vostri blog, che ho sempre seguito con piacere e attenzione.

Silvia Cavalieri

I tre giorni di libeccio che vinsero la mia resilienza

By | Poesia | 3 Comments

libeccio

Dicono che quando il tempo

passa da una stagione all’altra

chi di solito soffre il vivere a vita

senta ancora più forte il gravame

della sua lunga condanna a morte.

Io non so se sono malata, ma il vento,

quello lungo dei tre giorni di tormento,

che porta in grembo il mutamento,

mi scaglia l’anima sui cornicioni

e la sfida ad affacciarsi, poveretta,

alla profondità degli orizzonti.

Intanto fa fuggire dalla stia dorata

un’implume voglia di vittoria armata

e mi lascia vuota sola disperata.

Funerale

By | Poesia | 2 Comments

prefiche

Ance da funerale

appese lungo i rami,

arti protèsi, pròtesi

di prefiche cicale.

Addio, mia cara estate,

frinisce a morte il cuore,

seccato è un altro anno,

inganno della vita,

che prima mi innamora

e poi mi lascia sola.

Helix

By | Poesia | No Comments

metamorfosi

Tiratemi fuori

dal mio mood di lattuga

che striscia di bava

il radicchio e la strada.

Malata da tanto

di un’astenia mucosa,

lenta, invischiata

nell’opacità dell’attesa,

se il sole risorto

tra poco mi scova

finirò disseccata

nell’erba più rada.