Perché non dormo ancora

By | Poesia | No Comments

Perché non dormi ancora?

Perché quando chiudo gli occhi

vedo pozze azzurre e foglie di palma.

Perché nel buio mi sento sfiorare

da persone. Tante. Come se tutti

dovessimo passare dallo stesso

varco stretto. E i loro fiati addosso.

Perché il mio corpo è dismorfico

nel letto. Ho la testa grossa e braccia

e gambe di gomma molto lunghe.

Perché la volta della stanza si estende

in una cupola infinitamente grande.

Perché mi si spacca la fronte di netto

e mi esce fuori la mente e si espande

in un vasto universo creato dal niente.

 

Però mi piaci

By | Poesia | No Comments

Gaudìseifoto

La fossile assurdità

vegetante del Parco Guell,

petrosità rinfrescante

del sempre verde Gaudì,

lo slancio abissale

della volta celeste

coagulata in cemento

della Sagrada Familia

che prega vertigini estreme

di vergini perse

e la chiara trachea

della soffitta

di casa Batllò,

che forse è una balena

e di nuovo il suo azzurro

cielo interno.

La inamovibilità

di macigno

della tua testardaggine

e la leggerezza nel cuore

del tuo esserci sempre

e proprio così…