Skip to main content

L’alba dei lunghi silenzi

By Poesia 13 Comments

Percorrevamo un’alba sterrata

che confinava con pozze di bruma

e sentivamo le urla del mare

che si acquattava dietro la duna.

Un sangue chiaro colava dal cielo,

come un martirio di vergine bruna,

carni straziate e seni di latte

e veli azzurri a coprire la luna.

Qualunque cosa avessimo dentro

l’eterno sbranava in voraci silenzi.

E fu così che perdemmo l’amore

fra gigli di sabbia e taciute parole

e stupefatte ferite nel cuore.

 

Lividi

By Poesia 8 Comments

Sono livida

di lividi circolari,

i succhiotti della morte

sul mio inerme cuore.

Sulle ferite inferte

dal dolore, solo lamie,

divoranti immonde

e nessuno a medicare

il mio inesorabile male.

 

Triage

By Senza categoria No Comments

triage

Aria rassegnata

da pronto soccorso.

Accompagnatori

di habitué abituali

poche per fortuna

le urgenze esiziali.

C’è qualcuno, è vero,

che si porta dentro

le ferite del cuore,

patologia destinale

che nessun dottore

mai potrà curare.

 

 

Silenzio prego

By Poesia 7 Comments

mondo ferito

Non trovo sollievo

al mio mal di denti

un piccolo dolore in più

nel male universale.

Intanto sanguina il mondo

da mille e più ferite

e l’impotenza dei morti

è macchiata di parole.

Empatia

By Poesia No Comments

madonnaaddolorata

Sai quelle madonnine

sublimemente azzurre

col cuore rosso esposto

come un’autopsia,

senza dramma nel dramma,

perché intanto sorridono

per non mostrarsi afflitte

dalle mortali ferite del figlio,

dispensando coraggio?

Ecco la mia empatia.

Radici

By Poesia 2 Comments

mangroviatre

Non è stato possibile restare.

Estirpata, ho pianto tanto.

Raccolti nel prato del dolore

pezzi di radice in qualche modo

vivi e ancora in grado di nutrire,

da allora porto nel mio cuore

e camminando sulle mie ferite

sogno a volte di tornare…