Skip to main content

L’ombelico perduto

By Poesia No Comments

Sono tornata qui con la mente,

paese mio che m’hai tradito

e distrutto e vanificato.

Qui, dove un tempo

respirava col tuo ventre teso

l’ombelico del mondo,

proprio il centro perfetto,

dell’origine del tempo,

mio e di tutto il resto.

Sì, poiché più non ti sento

come il meglio

di ciò che chiamo eterno,

né ti desidero, né ti amo,

né più vorrei ritornare,

son venuta a raschiare

dalla grigia roccia degli alpini,

che fu un tempo la cicatrice

del divenire,

con le unghie dell’ansia

fra i tuoi licheni crostosi,

per ritrovare qualcosa,

un frammento di cielo caduto,

lo smeraldo in una goccia

di rugiada, una speranza

almeno, per ricominciare.

 

Cappuccetto Rosso

By Poesia 9 Comments

cappuccettorosso nel bosco

Credo di assomigliare

a Cappuccetto Rosso…

Il cuore di bambina

senza nessun sospetto

(il mio si sta guastando

per quanto mi han tradito)

e poi quel panierino

stracolmo di tesori,

ci sono cose dolci

e cose meno buone,

ma vale e pesa molto,

è tutto quel che ho.

E poi, naturalmente,

c’è anche il grande bosco,

ah, quanto ne ho percorso!

Ah, quando arriverò?

E tutti quegli agguati

a stento superati,

le zone sempre in ombra,

il tremito di foglie,

la voglia di fuggire,

ma tanto non su può.

E in fondo, in fondo, in fondo,

lo sento respirare,

l’ultimo lupo aspetta,

vicino alla casetta.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: