Skip to main content

All’amico sensitivo

By Poesia 9 Comments

L'appeso

Lo so che non vuoi

farmi i tarocchi

e un po’ lo capisco:

Vedere è rischioso.

Ma se tu immaginassi

quanto mi affanna

quest’allerta continua

che sento da giorni,

scioglieresti la lingua

al tuo mazzo di carte

che umili da anni

in fondo a un cassetto.

Ho un groviglio di rovi

in un angolo scuro,

dentro un antro del cuore.

Ho paura ogni giorno,

poi, di notte, terrore

e tu, caro amico,

hai lo stesso talento

che aveva mia nonna,

da te saprei tutto,

nel bene e nel male…

Riversa

By Poesia No Comments

spazialità del vino
Giochi di vino
e luce di candela
per ingannare l’anima
Ampi spazi
dividono la mente
nella quieta follia
Suppurazione del silenzio
gocciola il terrore
macchiando il tavolo
Gettami sui tuoi dolori
bevimi adesso
fino a farmi morire
riversa nell’estasi.

Aspettando il futuro

By Poesia No Comments

Guardando al futuro

Modiche quantità

del mio terrore

sparge a sudare

un gemitio di sale

e fioriture minerali

sulle pareti del cuore

schiude l’attesa

fremente di paura.

Noi siamo grotte

dimore di profeti

echi di grida fredde

futuro da ascoltare…

 

L’eco cui parlo

By Poesia 2 Comments

Eco firmato

Siamo sempre qui,

eppure la tua voce

certi giorni

è così lontana,

vuota rimbomba

dopo aver rimbalzato

in un mondo diverso,

di meraviglia e terrore,

non so quanto diverso.

E piano ritorni, con l’eco,

lasciandoti indietro

un pezzo di cuore,

così non mi ascolti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: