Acqua creativa

By | Poesia | 6 Comments

Tu, acquerellista ansioso,

che non ti godi l’attimo del cielo

che sotto il pennello nasce e il tuo mondo,

che fiorisce di monti o grattacieli

a tua esclusiva discrezione, rallenta,

ti prego! Lo sai che dipingi

come se non ci fosse un domani?

Non ti piace giocare con i veli formati

dall’acqua che al colore si sposa?

È la stessa materia dei tuoi mari,

e di quelli di dio, nel giorno della creazione.

 

Nota: L’immagine che ho scelto per illustrare la poesia è una mia fotografia di un acquerello di  Riccardo Scarpelliniuna vera anteprima ancora umida, che qui presento con grande piacere.

 

Gloria perpendicolare

By | Poesia | No Comments

Un cielo color alba

si riversa dai tetti

nella mia cucina.

Talmente denso

è l’azzurro

che parrebbe il segno

di un pennello intinto

in un’acquasantiera

divina.

E la luna, oh la luna

quanto mi delizia

prima di sparire

nel’ anonimo pallore

di una giornata

di sole!

Io non ho la forza,

non sempre, almeno,

di gioire malgrado me

e quegli uccelli neri

nel nido del mio cuore,

ma oggi mi avvinghio

all’ascesa del sole

e a Stonehenge

mi faccio trasportare.

Qui la druidica fronte

mi farò ferire

dal raggio

della trilitica porta

nella sua gloria

perpendicolare.

Alba del solstizio d’estate, 21 Giugno 2019

Orizzonte placato

By | Poesia | 7 Comments

orizzonte-placato

Accorgersi un giorno

che il mondo è rotondo

è una bella sensazione

perché un fatto è saperlo

ed un fatto è vederlo

per quell’arco di curva

che un pennello di vento

ridisegna nel cielo

ed è intinto nel blu

dell’eterno universo.

Sotto, il mare sdraiato

smetterà di agitarsi,

orizzonte placato…

Tramonto in città

By | Poesia | 2 Comments

lamante-del-sole

Voglio sedermi qui,

vicino al tramonto,

guardare il sole

che tinge la stanza

con un pennello

sempre più nero.

Voglio inseguirlo

sul colmo dei tetti,

la posta, la banca,

la torre del duomo,

lo sguardo trafitto

dall’oro dei passi,

scoprire la porta

della sua casa.

Sarò pittore

By | Poesia | 2 Comments

skyline

Un giorno o l’altro

dipingerò il cielo

e dovrà essere

un giorno speciale

dove il cielo piove

come sto a immaginare.

Appoggio il pennello

e piange colore

lacrime grosse

blu d’oltremare

così lente a colare

per poter cancellare

il rumore del male.