E adesso musica!

Chiarine nel finale

A me la vita suona dentro,

a volte dissonante,

a volte piano, a volte lento,

a volte andante, a volte al ritmo

pazzo di una giga popolare.

Ed eccoli i miei sogni svergognati

che ballano sull’aia dell’amore

e tutti quegli scheletrì sbiancati

che si percuotono da soli

xilofoni di ossa sul torace

e cantan funebri  lamenti

in do diesis minore.

Mi godo le mie pioggie e i cluster

che corrono sui vetri dell’inverno

appena appena prima di gelare

e si flagella il theremin del vento.

I miei pensieri, credo, sono questo,

pentagrammati su ali di colore,

e tutte quelle trombe in fondo

che un giorno squilleranno

il mio improrogabile finale.

La città dei sogni

tanta-gente

So che non è bene

divulgare i segreti di Morfeo,

ma io so dove sono

le porte della notte,

troppe volte le cerco

e poi ne resto fuori.

Stanotte, verso le due,

ero disposta a pagare

per chiudere gli occhi.

Sarà stato per questo

che, subito dopo,

ho incominciato camminare

in una strada buia

e molto popolata,

come da gente

che si accalcava,

forse all’ingresso

di una metropolitana.

Ero così contenta

e sicura di entrare.

Poi una porta immensa

scorrevole in vetro

si è chiusa scivolando

fra me e tutte quelle facce,

io fuori e loro dentro,

e mi ha lasciata al di qua

della città dei sogni,

così piena di luce,

di musica e avventura.

E mi sono svegliata.

 

Le mani della notte

mani-nere-della-notte

Brani di musica cielo

sinfonia delle stelle

senza respiro di pause

per sempre. Così,

guardare in alto

è come amarti,

cercarti ancora

nel fragile tessuto

del nostro divenire.

Eco del ripensarti,

io sarò aria

e vento collinare

che scende dalle valli,

chiamerò il tuo nome

scrutando i cimiteri

per ritrovarti, amore

e indosserò

le mani della notte

per poterti

di nuovo accarezzare.

 

Mood Music Tag

gemme Peggy

Ciao a tutti!

 

Di ritorno da una breve vacanza che, per quanto mi è piaciuta, mi ha lasciato addosso una specie di malinconica nostalgia, (quindi  sto malissimo) per tirarmi un po’ su, do seguito a una simpatica nomination, che molto ha a che fare col recupero del buon umore.

Per prima cosa ringrazio tanto parti di lui, ovvero il dugongo spiaggiato, https://partidilui.wordpress.com per avermi nominato.

E, per non dimenticarmene, cito subito il link del blog da cui è partita la simpatica idea di cui tra pochissimo vi parlerò:

https://ghbmemories.wordpress.com  

Come ci spiega Gloria, la blogger che lo ha inventato, lo scopo del Mood Music Tag è di diffondere la musica del buon umore. Si sa che del buon umore c’è sempre bisogno, ma, aggiungo io, particolarmente in questo momento…

Vediamo come si fa a partecipare, perché partecipare è bello, fa dilagare la musica, i sorrisi, la voglia di ballare e di ripartire alla grande!

-Per partecipare devi essere stato taggato almeno una volta.

-Scegli almeno 5 tracce musicali (o più) che rispecchino alcune emozioni o stati d’animo al positivo.

-Tagga almeno 5 blogger (o anche di più ) e avvisali di averli taggati.

-Cita all’interno del tuo articolo il link del blog da cui è partita l’idea.

https://ghbmemories.wordpress.com/2015/04/06/mood-music-tag

-Se vuoi spiega, anche brevemente, perché hai scelto alcune tracce piuttosto che altre.

A questo punto, dopo averci pensato su molto seriamente e con altrettanta  allegria, non mi resta che aggiungere la mia Mood Music List, con sei preferenze,  sperando che contribuisca al buon umore globale.  Motivazioni non ne ho, se non che mi piacciono molto!

David Guetta – Titanium ft. Sia

https://youtu.be/JRfuAukYTKg

Infernal – Redefinition

https://youtu.be/AFxvQmFhBdQ

Sia – Chandelier

https://youtu.be/2vjPBrBU-TM

Fun – We Are Young ft. Janelle Monáe

https://youtu.be/Sv6dMFF_yts

Ida Corr vs Fedde Le Grand – Let Me Think About It

https://youtu.be/cAGcspY4c24

Gloria Trevi – Todos Me Miran

https://youtu.be/GM2M28NyR-Q

 

Per finire, ecco la lista dei blogger da cui vorrei sapere quali sono le loro canzoni del buon umore:

 

http://crazyaliceinwonderland.com

https://anothersea.wordpress.com

https://bocros.wordpress.com

https://ilpiccolomondodilelle.wordpress.com

https://vinvivendo.wordpress.com

 

Spero davvero tanto che rispondiate, cari blogger taggati, penserete un po’ più alla musica e meno ai problemi quotidiani, vi divertirete e avrete la possibilità di far divertire.

Per concludere, vi trasmetto e faccio mio l’invito di partidilui: Diffondiamo il buon umore!!! (con tutti i punti esclamativi del caso).

A presto!

Silvia

L’abbandono (musica che fa male)

pianoforte firmato dimagrito

Col maglio di Stravinskij

forgia il cuore

note contorte

battute e ribattute

sopra incudini

roventi di dolore.

 

Cade il tempo

da orologi di tortura

ed ogni istante

ridiventa eterno

nella liquidità

del male universale.

 

Funamboliche dita

di un pianista geniale

in staccati martellanti

di scintille minimali

ripetono risate

dei giorni dell’amore.

 

Un recitativo folle

grottescamente implora

un canone eterno

di ricordi incalzanti

così che io muoia

ancora ancora e ancora…