Skip to main content

Genova, Via Corsica

By Poesia 2 Comments

Mi ricordo

quel bel viale

dietro casa

e gli alberi

da ombra

e le panchine

prone a riposare…

Quanta pace

rubata

a quel po’ d’aria,

quante fughe

fatte apposta

per tornare…

E quella madre

che moriva

un poco al giorno,

la rotonda là in fondo

che abbracciava il mare…

 

L’acquerello, che illustra molto bene i luoghi e il mio struggente stato d’animo di allora, è opera di Riccardo Scarpellini.

 

L’alba di mia madre (a Genova)

By Poesia 9 Comments

Arco di alba fusion

È da molti giorni

che, cercando l’alba

più bella della vita,

quella di Eos che danzava

e con sciarpe rosate

frustava l’immenso,

io rivedo invece

la più triste.

E tu che morivi, intanto

e dal cielo le fiamme

a lambire la tua casa

tutto intorno

e c’era una gran musica

che sorgeva all’orizzonte

tracimando in mare,

eppure silenzio…

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: