Skip to main content

La sposa

By Poesia 4 Comments

Mi vestirò quel giorno

con vesti sottili,

drappeggiati amanti

nelle mie carni, mani sonore

di violoncello.

E per volare,

sul battito forte del cuore,

fughe rincorse di organo

in volte di chiesa.

Sarò la sposa del vento

e dal tempo, cantando anch’io,

me ne uscirò leggera.

 

Genova, Via Corsica

By Poesia 3 Comments

Mi ricordo

quel bel viale

dietro casa

e gli alberi

da ombra

e le panchine

prone a riposare…

Quanta pace

rubata

a quel po’ d’aria,

quante fughe

fatte apposta

per tornare…

E quella madre

che moriva

un poco al giorno,

la rotonda là in fondo

che abbracciava il mare…

 

L’acquerello, che illustra molto bene i luoghi e il mio struggente stato d’animo di allora, è opera di Riccardo Scarpellini.

 

Istinto d’amore

By Poesia No Comments

docile sparviero

Di notte mi rincorri

con gli abbracci.

Ah, questo istinto

d’amore che nel sonno

ti accompagna

e mi fa prigioniera…

Mi rigiro nel fruscio

dell’inquietudine

e la tua mano,

docile sparviero,

mi sorvola

e cattura le mie fughe

di lenzuola.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: