farfalla amputata

Un tempo mi si aprivano le ali

se solo pensavo di volare,

la polvere a colori di farfalla

mi si attaccava al dorso

e mi vestiva di splendore,

leggera, colorata, avventurosa,

impermeabile del tutto alla paura.

Ora mi avventuro per la strada

pesante come d’afa e di dolore,

la voglia di partire dentro al petto

e goffi tentativi di fuggire:

Un salto, una rincorsa, un balzo breve

e poi quel tonfo forte di rinculo

dai miei talloni fino in fondo al cuore.

2 Comments

  • gattocolsombrero ha detto:

    Fa effetto leggere negli altri le stesse sensazioni che hai provato o ancora provi. La singola umanità non è poi così diversa.

  • silviacavalieri ha detto:

    Emozioni, sentimenti… se appena riusciamo a confrontarci con gli altri, ci accorgiamo di non essere poi così unici! Ti ringrazio del commento, sono contenta di essere riuscita a “comunicare” quello che provavo e, ahimè, ancora provo.

Lascia un commento!