La libertà dei cieli

By | Poesia | 4 Comments

tramontodacasauno

 

È l’andare dei cieli

nell’eterno infinito

che trascina la mente

molto oltre il terrazzo

da cui vedo il tramonto.

Le infinite catene

che la vita mi ha stretto,

ogni giorno dal primo,

intorno al cuore ed al corpo

a ogni ora più stanco,

mi trattengono ancora

e ripenso a quel tempo

che ingannava i miei sogni.

Ero giovane, allora…

Confondevo l’amore,

ogni specie d’amore,

con la libertà che mi ha tolto,

conservandomi le ali

per quell’ultimo volo.

Donna roccia, donna sorgente

By | Poesia | No Comments

calcare_Fotor

Ho visto le tue lacrime segrete,

donna roccia.

Mi sono dissetato alle sorgenti

della tua infelicità.

Sei bella,

come un’aurora sul ghiacciaio.

Non mi lasciare ancora,

donna sorgente!

Non scivolare via

da queste mani

fra cui da troppi anni

scorreva la tua vita.

 

Emergency room

By | Poesia | 6 Comments

flebodue

Sta per scoppiare, lo sento,

l’arteria dei miei sogni

e nessuno fermerà

l’emorragia di vita.

Un aneurisma silenzioso

mi lascerà svuotata

come un otre floscio

e non ci sarà bisogno

di pulire:

le speranze svaniscono

in un baluginio di stelle…

 

Nota: Per i tanti amici che mi seguono con affettuosa attenzione, specifico che questi versi si riferiscono a una mia seria emergenza di salute dell’anno scorso, completamente superata, grazie al tempestivo  intervento dei medici e dovuta alle inattese conseguenze di un’apparentemente banale affezione stagionale. Scrissi questa poesia durante la convalescenza, in cui, dopo aver sfiorato le ovattate soglie del coma, ebbi tempo di riflettere su quanto sia fragile la condizione umana e quanto labili siano desideri, progetti, speranze.

Pavane

By | Poesia | 2 Comments

fantasmame

Non so se finirò questa notte

troppi fantasmi mi vengono a trovare…

L’ossessione del pianoforte

quattro note quattro quarti

per un accordo maggiore

e sopra il miagolio del dolore

i suoi trilli disperati

i sospiri della morte.

Svegliati amore e sposa la mia anima

prima che il respiro del sonno la possieda

pettinami i capelli neri di paura

con i violini delle tue dita esperte

ferma questa grottesca marcia nuziale

sfatta di putrefazione ed ossa sparse

che mi fa esplodere la testa

posami le mani fresche sulle tempie

riscatta il mio respiro prigioniero

bacia la mia vita, falla ritornare…

 

Je suis malade

By | Poesia | No Comments

scaladepressauno

Cammina

ma è come se stesse

in ginocchio.

Sale le scale

e la sua anima striscia

come l’ombra

sul muro.

Sente il vuoto dentro,

eppure gli pesa

portarselo dietro.

Il suo tempo si sbriciola

come le ossa di un vecchio

e ne prova un dolore

Nemmeno l’amore

lo consola

e la vita vola…

Perduta immensità che non ritorna (conversazione sulla spiaggia)

By | Poesia | No Comments

Riccardospiaggiadue

Quanto di questo ci appartenga

non ci è dato sapere, amore mio…

All’improvviso nel vento mi rispondi:

Tutto quello che con gli occhi portiam via,

finché dura questa vita e così sia…

Pittore

By | Poesia | 2 Comments

 

cascianaquadroriccardo

Disegni sempre

lune perfette.

Anche i tuoi cieli

le stelle, le notti

e l’amore lo sono.

Dall’alba al tramonto

acquerello stupendo

dipinto dal tempo

la vita con te.

 

“Ma quanto ci metti?”

By | Poesia | No Comments

 

IMG_1061

 

Non posso dirtelo…

Lavorerò a questa tela

di ricordi e di fiori

appassiti fino a quando

torturando i tubetti

oramai secchi contorti

dall’impazienza

della mia vita

avrò consumato

l’ultimo coagulo

di cielo sfinito

l’ultima luce

dei miei occhi verdi

di pittore poeta…