Notti col gatto

By | Poesia | No Comments

il gatto di notte con luna

Correvo sulla riva,

quasi spezzando

pozzanghere di luna e mare

e tu, reso inquieto

dal mio sparire,

nascosto dietro la tua enorme

maschera di gatto,

solo con gli occhi

mi sorridevi.

Oh, ti piaceva sentire col corpo

l’umido della sabbia,

come un animale.

Non volevi nemmeno

fare all’amore.

Quieto, mi accarezzavi i capelli,

che io portavo lunghi,

fino a farmi star male

e ti piaceva rinunciare.

A volte, anche il tuo desiderio

si metteva a gridare,

quasi spiacevole,

come un animale,

e solo allora, più che mai gatto,

anche nel corpo piatto,

accettavi il mio amore.

L’unica tua passione vera:

Corteggiare la morte da vicino

ed imitarla,

fino a dormire, per prova,

sulla spiaggia nuda,

coperto solo

dal vento della sera.

Rumore

By | Poesia | 2 Comments

rumore

Quando troppo rumore

mi tormenta la testa

fino a farla scoppiare,

perché il mondo mi grida

quello che io dovrei fare,

non potendolo spegnere,

spengo  solo me stessa.

Io mi taglio le orecchie,

e gridando il mio nome

spengo tutte le stelle,

perché voglio dormire.