Il lampadario

quasi luna

Quasi una luna

sorge allo sguardo

in camer mia

e lacrime stelle,

intorno a corona.

La luce accesa

pende a calmare

da un pianto di paura

l’anima sdraiata

sul materasso vuoto

dei sogni infranti

che batte i denti

cristallini  e tremando

contempla il domani,

nel vacuo universo

del muro scuro.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

4 thoughts on “Il lampadario

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...