La sorella dei sogni

sorelle

Com’era dolce, sorella,

parlarti di lui nel serraglio

e sognare le notti d’amore

che non ci furono mai.

E tu mi lavavi i capelli

e tiravi e piangevo e lisciavi

(e poi mi baciavi)

per renderli morbidi e belli

come la seta, dicevi,

e mi insegnavi a danzare.

Mi par di vedere quei giorni

e gli oli, i profumi, la frutta,

le risate innocenti, i candidi denti,

e l’ombra e le grate gelose

che ci celavano al sole.

Dov’è il nostro oriente, sorella?

Dove brilli, mia giovane stella?

 

(Disegno ispirato a un dipinto di P.Bouchard)

6 thoughts on “La sorella dei sogni

    • Grazie Marco, pensavo alle atmosfere e ai sogni dell’ adolescenza. Avevo una versione”purgata” ma pregevole delle “mille e una notte” con magnifiche illustrazioni. Il disegno è davvero poca cosa! Fatto con una matita molto morbida, la 5B

  1. Grazie ate Silvia, il disegno è poca cosa per te che hai il talento per farlo, io non saprei nemmeno da dove cominciare per dipingere un corpo di donna, forse con la mia reflex, ma non è la stessa cosa. Comunque è vero è una bella atmosfera.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...